La Storia

Le società di Mutuo Soccorso nacquero intorno alla seconda metà dell’ottocento. Furono fondate dai lavoratori e dai contadini per sopperire il rischio di eventi dannosi sul lavoro (incidenti sul lavoro, malattie e perdita del lavoro). Le SOMS nacquero come esperienze di associazionismo e la prima a nascere fu quella di Pinerolo in Torino (1848). Dopo l’ondata rivoluzionaria del 1848 la loro diffusione subì un notevole incremento grazie alle concessione di costituzioni liberali negli antichi Stati italiani. All’epoca della Unione Internazionale (1861), sorsero già le prime Società di Mutuo Soccorso, nate con lo scopo di darsi solidarietà e chiedere aiuto ad altri ceti sociali. A Buttigliera Alta nel lontano giugno 1888 nasce per iniziativa di: Andreis Giovanni di Michele, Marchisotto Giuseppe fu Bartolomeo, Bronzino Felice fu Antonio, Pettigiani Battista di Michele, Blandino Michele di Giuseppe, Franchino Giacomo fu Domenico, Moitre Giuseppe di Andrea, Moitre Felice di Giuseppe, Franchino Pietro di Battista, Zaneri Giovanni di Antonio, Bertinetti Giuseppe fu Giovanni, Margrita Domenico di Francesco, Trivero Giuseppe di Giovanni, Margrita Giuseppe fu Lorenzo, Bonaveri Angelo di Stefano, Falcombello Giuseppe di Francesco, la Società di Mutuo Soccorso fra Operai e Agricoltori di Buttigliera Alta. La prima adunanza avvenne il 10 giugno 1888 ed il primo Presidente fù Andreis Giovanni, con Marchisotto Giuseppe Vicepresidente e Franchino Giacomo segretario. La società contava di un magazzino di previdenza ove il socio poteva acquistare i generi di prima necessità a prezzi convenienti. Il magazzino e l’osteria venivano dati in gestione per un massimo di tre anni ad un cantiniere scelto per elezione fra i soci che ne avevano fatto richiesta. Al gestore veniva dato un salario ed una percentuale sulle merci vendute. L’amministrazione della Società provvedeva alla vinificazione e distribuiva ai soci richiedenti una certa quantità di vino consona al nucleo famigliare. La Società ebbe un forte impatto sui cittadini: molte famiglie ne fecero parte usufruendo dei vantaggi erogati, era diventato un punto d’incontro ove festeggiare, suonare, ballare, in altre parole trascorrere momenti di svago collettivo. La società nel 1952 viene trasformata in cooperativa e nel 2005 a causa del mutato quadro legislativo, si costituisce nuovamente in Società di Mutuo Soccorso. Con il sopraggiungere del boom economico e l’estensione a tutti i ceti e categorie dei benefici sociali, vedi il servizio sanitario nazionale, la Società perse parte dei suoi scopi principali. Nel 2010 la Società di Mutuo Soccorso di Buttigliera Alta è rinata, riavvivando un fuoco mai spento. <> Queste sono le parole che confermano la voglia, da parte dei membri della Società, di andare in contro ai bisogni delle persone. Infatti oggi siamo riusciti a riprendere la mutualità e la solidarietà come previsto dalla statuto.

Consiglio di Amministrazione

Il nuovo Consiglio di Amministrazione Società di Mutuo Soccorso fra Operai e Agricoltori di Buttigliera Alta, eletto il 19 Maggio 2019, che rimarrà in carica fino al 2022, è così composto:

PRESIDENTE                  CANAVESIO Roberto

VICEPRESIDENTE         ANDREIS Bruno

SEGRETERIA                  CICCOLELLA Francesca

TESORERIA                     DAVI Silvia

Consiglieri                       COLLI Flavio, COMPAGNONE Lucia , MARGRITA Vanda

Consiglieri onorari       ASCHIERI Bruno, ASCHIERI Cesare Remo, Crispino Vincenzo, CROCE Ugo Egidio, RAIMONDO Giuseppe

Alfiere                              STELLA Bartolomeo (Dino)