Prevenzione ictus cerebrale

Sabato 18 maggio 2019, presso i locali dell’Unitre di Buttigliera Alta, la Società di Mutuo Soccorso ha organizzato la “1° Giornata della prevenzione dell’ictus cerebrale” con ecocolordoppler alle carotidi rivolto ai Soci. Il dott. D. M. Lazzaro, dirigente specialista in chirurgia vascolare  all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino, ha visitato  45 Soci, fornendo diagnosi molto importanti per la prevenzione.

La giornata è stata preceduta da una serata informativa tenuta a Novaretto, all’oratorio parrocchiale “Chiara Melesso”, in cui abbiamo appreso quattro semplici ma fondamentali punti da osservare in caso di sospetto attacco di ictus cerebrale:

  1. chiedete alla persona di sorridere (non ce la farà)
  2. chiedete alla persona di pronunciare una frase completa (esempio: oggi è una bella giornata) (non ce la farà)
  3. chiedete alla persona di alzare le braccia (non ce la farà o ci riuscirà soltanto parzialmente)
  4. chiedete alla persona di mostrarvi la lingua (se la lingua è gonfia o la muove solo parzialmente sarà un segnale di ictus)

Ricordiamoci che, se interverremo entro 3 ore dall’attacco, portando prontamente la persona in ospedale, la persona sarà salvata.

Screening oftalmico 1 e 2 aprile 2019

1/2 aprile 2019 – Screening oftalmico alla scuola materna la Girandola di Capoluogo e l’Aquilone di Ferriera. La Società di Mutuo Soccorso ha organizzato lo screening oftalmico rivolto sia alla popolazione adulta che a quella infantile. Il 1 aprile 2019, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Istituto Comprensivo, nella scuola dell’infanzia Girandola a capoluogo e nella scuola dell’infanzia Aquilone di Ferriera sono stati visitate 39 persone, tra bambini, maestre e operatori scolastici.

Il 2 Aprile, nella scuola materna Caduti in guerra a capoluogo, ne sono state visitate altre 30. Particolare attenzione è stata rivolta all’ambliopia e al glaucoma. La prima conosciuta come “occhio pigro”, si manifesta nei primi anni di vita e consiste nella ridotta capacità visiva a carico di un occhio e deve essere diagnosticata in tempo per ottenere un recupero visivo. Il glaucoma, per lo più legato all’aumento della pressione oculare, inizialmente asintomatico, progredisce se non diagnosticato provocando lesioni irreversibili: la valutazione del tono oculare è determinante per una diagnosi precoce ed un trattamento oftalmologico efficace.

Le visite sono state eseguite dalla dott.a Maria ROMEO dell’Aiorao (Associazione Italiana Ortottisti Assistenti in Oftalmologia) su un camper attrezzato, in sinergia con la Consulta delle Società di Mutuo Soccorso della Val di Susa.

Screening oftalmico – Venerdì 26 e sabato 27 ottobre 2018

La Società di Mutuo Soccorso ha organizzato lo screening oftalmico rivolto sia alla popolazione adulta che a quella infantile. Il 26 ottobre, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Istituto Comprensivo, nella scuola dell’infanzia Girandola sono stati visitate 18 persone, tra bambini, maestre e operatori scolastici. Il 27 ottobre, insieme al Parroco don Franco Gonella, presso il Centro Famiglia di Buttigliera Alta circa quaranta persone hanno aderito all’iniziativa. Particolare attenzione è stata rivolta all’ambliopia e al glaucoma. L’ambliopia, conosciuta come “occhio pigro”, si manifesta nei primi anni di vita, consiste nella ridotta capacità visiva a carico di un occhio e deve essere diagnosticata in tempo, per ottenere un recupero visivo. Il glaucoma, per lo più legato all’aumento della pressione oculare, inizialmente asintomatico, progredisce se non diagnosticato, provocando lesioni irreversibili. La valutazione del tono oculare è determinante per una diagnosi precoce ed un trattamento oftalmologico efficace. Le visite sono state eseguite dalla dott.a Simona Barbero e dal  dott. Gabriele Cossu dell’Aiorao (Associazione Italiana Ortottisti Assistenti in Oftalmologia) su un camper attrezzato, in sinergia con la Consulta delle Società di Mutuo Soccorso della Val di Susa.